Bilancio 2017 Cefla: un quinquennio in crescita

Cefla chiude il 2017 con un +20% del valore della produzione, rispetto all’anno precedente, confermando il trend di crescita per il quinto anno consecutivo. Il fatturato, pari a 528 milioni di euro, consolida il contributo delle controllate estere posizionate in mercati strategici quali Stati Uniti, Cina e Russia, con una percentuale di export pari al 54%.

La performance economica di Cefla, attenta al contenimento dei costi, è accompagnata da una buona situazione patrimoniale. Anche la posizione finanziaria netta rimane positiva, al netto di oltre 20 milioni di euro di investimenti.

“Sebbene gli indicatori di redditività siano cresciuti in valore assoluto – spiega il presidente Gianmaria Balducci -, l’aumento dei volumi con un mix Prodotto/Paese diverso rispetto al 2016 ha portato ad un calo di circa 1 punto percentuale sull’EBITDA. Tuttavia, l’aumento a doppia cifra del fatturato giustifica ampiamente il sacrificio dei margini; il risultato netto record di circa 25 milioni di euro avvalora le nostre scelte, gratificando tutti gli stakeholder: clienti, fornitori, banche e soci lavoratori”.

Cefla occupa circa 2000 dipendenti nel mondo. In particolare, nel nostro Paese, i dipendenti sono oltre 1.400, con una crescita di 150 posti di lavoro rispetto al 2016.

Il 2017 ha visto inoltre siglare l’accordo preventivo del Patent Box con l’Agenzia delle Entrate per una parte significativa del proprio portafoglio, pari ad oltre 600 titoli di proprietà intellettuale, brevetti, marchi e disegni. Cefla rientra all’interno delle prime 20 grandi aziende in Italia ad avere ottenuto tale riconoscimento, a conferma di un costante impegno in Ricerca e Sviluppo.

Export Control: in Auditorium l'evento sul regolamento europeo
Cefla Partner Ufficiale Ducati Corse